Apple: accusa di plagio per WiFi Sync

1

Il nuovo sistema operativo prodotto dall’azienda di Cupertino ha portato come ogni nuova release dell’azienda, una nuova ventata di innovazioni che verranno implementate presso i dispositivi mobili prodotti dall’azienda di Cupertino. All’interno di questo articolo, vogliamo parlarvi di un servizio implementato all’interno del nuovo iOS 5, il servizio in questione si chiama Wi-Fi Sync, e darà la possibilità di sincronizzare tutti i dispositivi Apple, senza l’ausilio di alcun filo, la sincronizzazione dei iPad, iPhone e iPod avverrà tramite connettività Wi-Fi attraverso iTunes. L’applicazione rappresenta una delle tantissime novità targate iOS 5, ma il suddetto servizio ha riportato l’azienda Californiana, al centro di una nuova battaglia legale.

La Apple è stata accusata da Hughes Greg, di avere rubato la suddetta applicazione ideata dal giovane sviluppatore, che aveva sviluppato e commercializzato l’applicazione più di un anno fa, addirittura con la stessa denominazione, icona molto simile, e servizio identico. L’azienda di Cupertino dal canto suo, si difende da tutte le accuse dichiarando di non essere mai stata a conoscenza dell’esistenza di un’applicazione di questo tipo, situazione impossibile in quanto lo stesso Hughes Greg, aveva a suo tempo fatto richiesta alla stessa azienda di Cupertino, di inserimento dell’applicazione all’interno del portale iTunes, richiesta che venne respinta dal colosso californiano.
Nonostante il rigetto della richiesta avanzata dal giovane sviluppatore, il ragazzo sostiene di avere ricevuto domanda da parte della Apple di accesso al Curriculum Vitae, per poterne valutare le potenzialità. Il ragazzo avrebbe voluto commercializzare il proprio prodotto al prezzo di 9,99 e per raggiungere il suo obiettivo si rivolse a Cydia, lo store di applicazioni non ufficiali per iOS. Il successo dell’applicazione fu incredibile infatti furono vendute ben 50.000 applicazioni.