Apple: Adoc chiede intervento garante privacy

L’Adoc, l’Associazione per la difesa e l’orientamento dei consumatori, ha chiesto l’intervento del Garante per la privacy in merito alla questione della Apple che “ruberebbe” i dati dei propri utenti.

“L’iPhone e l’iPad 3G della Apple, secondo alcuni ricercatori, tengono traccia di tutti i nostri spostamenti, registrandoli su un file, non protetto da sistemi di sicurezza, che viene archiviato sul computer quando si effettua una sincronizzazione dei dati”, si legge in una nota dell’associazione che invita l’azienda di Cupertino a “chiarire le motivazioni e l’utilizzo dei dati raccolti”.

“È sconcertante la violazione della privacy operata dai dispositivi mobili della Apple ed è gravissimo che i dati raccolti non siano in alcun modo protetti da un sistema di sicurezza – ha spiegato Carlo Pileri, presidente dell’Adoc – Chiediamo al Garante per la privacy di intervenire prontamente sulla vicenda, verificando la veridicità della situazione e, nel caso, applicando eventuali sanzioni a carico della società Apple”.