Apple, Carrier: problemi per il futuro?

iphone5_slim_def

Nell’ultimo mese spesso abbiamo parlato delle fortune di Apple in termini borsistici. Le quote azionarie della grande Mela, infatti, hanno da un bel po’ toccato quota 600 dollari. Eppure, è oggi il momento di pensare anche all’ipotesi in cui le cose all’azienda di Cupertino non vadano poi cosi bene come sembra.

La BTIG Research, infatti, ha nelle ultime ore declassato la Apple dal livello Buy a quello Neutral. Ciò che ha mosso questa evoluzione non è certo il presente, roseo per Apple, quanto le prospettive future. Secondo l’agenzia, infatti, la Apple è tutt’ora la maggiore beneficiaria dell’improvvisa crescita del numero di smartphone venduti negli ultimi anni.

In quest’ottica, appare inevitabile che nel tempo potrebbero verificarsi punte di flessione proprio per ciò che riguarda la vendita di dispositivi portatili a marchio Mela. Il fulcro dell’analisi sta nel fatto che, negli anni, la Apple è riuscita ad avere dalla sua parte i Carrier internazionali più importante ed a far si che questi si impegnassero in sovvenzionamenti molto onerosi destinati allo sviluppo di iPhone e dei suoi fratelli.

Secondo la BTIG Research, nel lungo periodo potrebbero avvenire delle defezioni significative. Se, infatti, fin’ora quasi tutti gli operatori hanno permesso a migliaia di utenti l’acquisto di un iPhone a rate grazie alla firma di un contratto, non è detto che questo accada anche per il futuro. Il fatto che, spesso, gli utenti cambino con molta velocità il proprio dispositivo, potrebbe mettere gli Operatori in condizione di non voler più sostenere la spesa.

Insomma, valutazioni in merito al futuro di Apple vengono fatte seguendo più punti di vista differenti. L’importante, per la Apple, è non perdere i suoi soci principali. Troppo presto per pensarci? Vedremo…