Apple: il futuro e’ donna!

Apple: il futuro e' donna!

A partire da quest’anno alla guida di uno dei settori più importanti in assoluto di Cupertino c’è una donna. Si tratta di Angela Ahrendts, ex CEO di Burberry e principale responsabile del successo del colosso inglese nel mondo della moda. Poco tempo fa Tim Cook la contattò e le affidò niente meno che la gestione degli Apple Store, sia online che, soprattutto, fisici. Una responsabilità non indifferente, dato che si parla di oltre 400 negozi con un giro d’affari di ben 11,2 milioni di dollari a trimestre per ogni singolo store.

Cifre ragguardevoli, che però verranno ricompensate davvero bene da Cupertino. La Ahrendts, infatti, riceverà in totale un compenso sotto forma di azioni della società di ben 68 milioni di dollari in quattro anni. Nemmeno i calciatori guadagnano così tanto (forse giusto i primi tre o quattro al mondo). Occorre dire che il compenso della Ahrendts sarà legato in maniera molto salda ai risultati da lei ottenuti, per cui a grande premio corrisponde anche una grande impresa. Migliorare quanto fatto fino ad oggi sotto il profilo degli store della Mela, infatti, non è esattamente impresa semplice. Anzi.

Del resto Angela Ahrendts è una donna abituata alle grandi sfida. Già solo il fatto di essere la prima grande dirigente del mondo fashion a cimentarsi con l’hi-tech la pone nel novero delle pioniere del suo settore. Sin da giovanissima ha ottenuto risultati notevoli in numerosi campi, su palcoscenici come quello di New York, tradizionalmente il più impegnativo del mondo (ricordate la frase “Se puoi farcela qui, puoi farcela ovunque”?). Grazie al suo lavoro la Burberry è passata da essere una semplice azienda di successo al suo attuale stato di colosso mondiale con un giro d’affari di ben 6,3 miliardi di sterline. Quali vette potrà toccare Apple con lei nella “sala dei bottoni”?

Apple: il futuro e' donna!