Apple: in autunno arriverà un iPad Mini ancora più economico

Sempre di più. Nonostante Apple continui a smentire, non si placano le voci che vogliono prevedere l'arrivo sul mercato di versioni più economiche dei dispositivi mobili della Mela. Se per l'iPhone low cost potrebbe davvero essere arrivata la volta buona, per l'iPad i tempi non sembrano ancora maturi. L'iPad Mini, per certi versi, potrebbe essere considerato come un tablet low cost, ma a Cupertino preferiscono percepirlo più come un prodotto destinato ad un settore diverso di mercato, ovvero quello dei tablet da 7 pollici.   Sarà forse per questo motivo che gli analisti pensano che Apple stia per preparare qualcosa di ancora più conveniente. Una filosofia che farebbe imbufalire Steve Jobs, ma che evidentemente Tim Cook ritiene necessaria per affrontare le evoluzioni di un mercato che, con tutta la buona volontà di questo mondo, nemmeno lo storico fondatore di Apple poteva minimamente prevedere. Secondo Glen Young, analista della società Citigroup, in autunno la Mela farà debuttare un nuovo modello di iPad Mini con un prezzo ancora più basso, presumibilmente nella fascia tra i 200 e i 250 $. Una mossa che metterebbe la Mela in diretta competizione con alcuni prodotti come quelli di Amazon, forse non avanzati come quelli di Cupertino, ma talmente convenienti da renderli appetibili.   Sarà davvero possibile una mossa di questo genere? Diciamo solo che in questo momento le speculazioni stanno abbastanza “a zero”. Tra meno di due settimane ci sarà il WWDC 2013 e a seconda di cosa verrà annunciato durante l'evento, potremo fare delle previsioni sul futuro di Apple. Discriminante principale è il lancio dei nuovi iPhone, sia il tanto atteso 5S che il low cost.

Sempre di più. Nonostante Apple continui a smentire, non si placano le voci che vogliono prevedere l’arrivo sul mercato di versioni più economiche dei dispositivi mobili della Mela. Se per l’iPhone low cost potrebbe davvero essere arrivata la volta buona, per l’iPad i tempi non sembrano ancora maturi. L’iPad Mini, per certi versi, potrebbe essere considerato come un tablet low cost, ma a Cupertino preferiscono percepirlo più come un prodotto destinato ad un settore diverso di mercato, ovvero quello dei tablet da 7 pollici.

Sarà forse per questo motivo che gli analisti pensano che Apple stia per preparare qualcosa di ancora più conveniente. Una filosofia che farebbe imbufalire Steve Jobs, ma che evidentemente Tim Cook ritiene necessaria per affrontare le evoluzioni di un mercato che, con tutta la buona volontà di questo mondo, nemmeno lo storico fondatore di Apple poteva minimamente prevedere. Secondo Glen Young, analista della società Citigroup, in autunno la Mela farà debuttare un nuovo modello di iPad Mini con un prezzo ancora più basso, presumibilmente nella fascia tra i 200 e i 250 $. Una mossa che metterebbe la Mela in diretta competizione con alcuni prodotti come quelli di Amazon, forse non avanzati come quelli di Cupertino, ma talmente convenienti da renderli appetibili.

Sarà davvero possibile una mossa di questo genere? Diciamo solo che in questo momento le speculazioni stanno abbastanza “a zero”. Tra meno di due settimane ci sarà il WWDC 2013 e a seconda di cosa verrà annunciato durante l’evento, potremo fare delle previsioni sul futuro di Apple. Discriminante principale è il lancio dei nuovi iPhone, sia il tanto atteso 5S che il low cost.

Sempre di più. Nonostante Apple continui a smentire, non si placano le voci che vogliono prevedere l'arrivo sul mercato di versioni più economiche dei dispositivi mobili della Mela. Se per l'iPhone low cost potrebbe davvero essere arrivata la volta buona, per l'iPad i tempi non sembrano ancora maturi. L'iPad Mini, per certi versi, potrebbe essere considerato come un tablet low cost, ma a Cupertino preferiscono percepirlo più come un prodotto destinato ad un settore diverso di mercato, ovvero quello dei tablet da 7 pollici.   Sarà forse per questo motivo che gli analisti pensano che Apple stia per preparare qualcosa di ancora più conveniente. Una filosofia che farebbe imbufalire Steve Jobs, ma che evidentemente Tim Cook ritiene necessaria per affrontare le evoluzioni di un mercato che, con tutta la buona volontà di questo mondo, nemmeno lo storico fondatore di Apple poteva minimamente prevedere. Secondo Glen Young, analista della società Citigroup, in autunno la Mela farà debuttare un nuovo modello di iPad Mini con un prezzo ancora più basso, presumibilmente nella fascia tra i 200 e i 250 $. Una mossa che metterebbe la Mela in diretta competizione con alcuni prodotti come quelli di Amazon, forse non avanzati come quelli di Cupertino, ma talmente convenienti da renderli appetibili.   Sarà davvero possibile una mossa di questo genere? Diciamo solo che in questo momento le speculazioni stanno abbastanza “a zero”. Tra meno di due settimane ci sarà il WWDC 2013 e a seconda di cosa verrà annunciato durante l'evento, potremo fare delle previsioni sul futuro di Apple. Discriminante principale è il lancio dei nuovi iPhone, sia il tanto atteso 5S che il low cost.