Apple licenzia due dipendenti assunti nel nuovo Apple Store di Grugliasco

IMG_0682

Ricordate il nuovo Apple Store aperto nel torinese? Questa volta l’argomento però non è festoso come per l’inaugurazione passata.

Il fatto è accaduto pochi giorni fa, due dei dipendenti assunti nello Store da poco inaugurato sono stati mandati a casa senza una valida motivazione, quantomeno secondo i dipendenti appena congedati.

La notizia è apparsa su moltissimi quotidiani e, in questo caso, riportiamo la notizia uscita sul corriere della sera.

Il primo dipendente uscito allo scoperto è Marco Savi di 42 anni, assunto nell’Apple Store di Grugliasco aveva realizzato il sogno di una vita, far parte del team della Mela morsicata.

Marco Savi è stato uno dei dipendenti a fare accoglienza alla folla che aveva letteralmente invaso lo Store il giorno dell’inaugurazione.

Con professionalità e cortesia aveva fronteggiato una miriade di persone che non aspettavano altro che essere servite e, tra mille difficoltà, aveva adempito al suo compito.

Tutto sembrava andare per il verso giusto, almeno fino al giorno in cui è stato convocato in ufficio, dove gli è stata comunicata la volontà di non proseguire con la collaborazione considerando terminato il periodo di prova.

Fin qui nulla di illegale, il fatto brutto nasce nel momento in cui viene fornita la spiegazione alla cosa, non si rivolgeva ai clienti in modo caloroso e non sposava la filosofia aziendale.

La cosa ha fatto restare di sasso Marco Savi, tutto si sarebbe aspettato tranne che una motivazione simile, proprio lui che sognava di lavorare nel team Apple avrebbe trattato con poco calore la clientela? E poi l’invito finale, quello di uscire dalla porta di servizio.

Per ora abbiamo solo la testimonianza di Marco Savi, Apple dopo il fatto si è chiusa in un silenzio impenetrabile e, al momento, non ha rilasciato dichiarazioni in merito.

Aspettiamo e vediamo cosa accadrà e quali saranno le risposte della Apple in merito.