Apple: risposta ufficiale su questione privacy, non tracciamo gli utenti

“Apple non sta tenendo traccia degli spostamenti del vostro iPhone. Apple non l’ha mai fatto e non ha intenzione di farlo in futuro”. Questa la risposta ufficiale dell’Azienda di Cupertino ini merito alla questione del tracciamento degli utenti, emersa nei giorni scorsi creando non poche polemiche.

John Gruber, autore di Daring Fireball e una delle firme più importanti del giornalismo tecnologico, ha spiegato che il database incriminato serve a migliorare i servizi di localizzazione, rendendoli più veloci. Un bug, però, ha fatto in modo che questa funzionalità rimanga attiva anche quando i servizi vengono disattivati.

Apple ha annunciato che modificherà i programmi, impedendo il backup delle informazioni,che, fino ad oggi, erano copiate sul Pc tramite iTunes durante le sincronizzazione.

L’azienda di Cupertino ha, inoltre, spiegato che continuerà a conservare una banca dati sui punti di contatto wi-fi e dei cellulari, perchè ciò consente di accelerare una serie di servizi. I dati in questione, ha ribadito Apple, non saranno mai sfruttati per altri fini e dopo un determinato periodo di tempo saranno distrutti.