Apple Store 2.0: un passo avanti

apple-store

Precisamente due giorni fa, l’Apple Store ha compiuto i suoi primi dieci anni di vita, il 19 Maggio del 2001 infatti il CEO Apple annunciava alla stampa mondiale l’apertura dei suoi primissimi Apple Store situati rispettivamente in Virginia ed in California, in questi lunghi ma intensi 10 anni ne sono sorti ben 320, un numero esorbitante se si pensa che questi sono sorti in soli 10 anni.

Secondo i rumors la Apple festeggerà a dovere i 10 anni di vita dei propri Apple Store, infatti sembra che i dipendenti di Apple siano stati segregati da giovedì, a seguire dei corsi necessari per imparare ad installare dei componenti hardware misteriosi.

Ciò di cui siamo assolutamente certi è che a partire da questo decimo compleanno gli Apple Store di tutto il mondo subiranno un sensibile cambiamento tanto da spinger gli esperti del settore a rinominarli Apple Store 2.0.

Le novità a cui assisteremo riguarderanno innanzitutto le Startup Session, ovvero quelle zone all’interno del perimetro di un’Apple Store all’interno del quale i dipendenti offrono assistenza ai clienti alle prime armi con i device di casa Apple, aree che verranno rese maggiormente interattive, per favorire l’apprendimento dei clienti.

Novità anche per quanto riguarda le insegne, infatti non troveremo più i soliti cartoncini illustrativi a fianco dei Mac, bensì iPad interattivi,quasi a testimoniare la versatilità degli iDevice.

Inoltre gli Apple Store più rappresentativi verrà fornito anche uno schermo gigante e di un sistema audio completamente nuovo.

Inoltre l’azienda di Cupertino rilasciare un’applicazione rivolta proprio agli Apple Store, attraverso il quale l’utente avrà la possibilità di accedere alle informazioni in merito ai singoli Apple Store, come ad esempio una mappa interattiva in modo da conoscere sempre l’esatta posizione in cui si trova all’interno dello Store.

Come al solito la Apple anche per questa occasione non si è voluta smentire, avanzando ancora una volta la propria idea di rivoluzione e di rinnovamento, che ormai da anni sta alla base delle produzioni di Cupertino.