Auricolari a comandi vocali: la nuova idea di Apple

MD827

E se la Apple avesse in mente clamorose novità per gli auricolari del futuro? La domanda non è per nulla priva di riferimenti concreti: era il 3 aprile scorso, infatti, quando  l’Ufficio Brevetti e Marchi degli Stati Uniti ha formalizzato una nuova richiesta dell’azienda di Cupertino: System and method of detecting a user’s voice activity using an accelerometer.

Parliamo, in breve, di un sistema formato da una coppia di auricolari capace di riconoscere la voce dell’utente e ricevere diversi comandi sfruttando un accelerometro interno. E’ proprio quest’ultimo, infatti, il sensore dedicato a gestire e rilevare i comandi vocali grazie alle vibrazioni generate dalla voce e trasmessi tramite il corpo.

Secondo il brevetto, una nuova tecnologia all’intero degli auricolari sarebbe in grado di filtrare ed elaborare l’attività vocale (tecnica del beam-forming) eliminando, di fatto, i rumori di sottofondo che rendono difficile l’erogazione del comandi.

Come sempre capita in questi casi, il fatto che la Apple abbia depositato il brevetto vuol dir tutto e non vuol dire niente. L’idea di auricolari da gestire tramite comandi vocali è, infatti, davvero suggestiva ma non è detto che l’azienda di Cupertino arrivi davvero a realizzarla. Che utilizzo reale potrebbe avere, infatti, una coppia di auricolari che reagisce ai comandi vocali se gli stessi sono collegati a device sui quali è in funzione un sistema sempre più meticoloso come Siri?

Questa è soltanto una delle domande che è possibile porsi al fine di confutare l’ipotesi che tale brevetto venga realizzato. Al tempo stesso, però, non possiamo negare che lo sviluppo di un brevetto del genere farebbe felici gli appassionati. Non ci resta che… attendere!

 

MD827