Batteria MacBook Pro, un futuro a idrogeno

Batteria MacBook Pro, un futuro a idrogeno

Le batterie sono la croce e la delizia di ogni dispositivo portatile. Far lavorare un computer, un tablet o uno smartphone più a lungo possibile è la missione dei tecnici di tutto il mondo. Adesso pare che Apple abbia in serbo qualcosa di veramente rivoluzionario per i suoi MacBook, iniziando dal Pro e, presumibilmente, ampliando il progetto a tutta la gamma di prodotti, dall’Air all’iPhone. Stiamo parlando di batterie a idrogeno.

Follia dite? Forse, ma Apple è sempre stata famosa per i suoi progetti un po’ fuori dal comune. La caratteristica della casa di Cupertino è che a volte queste idee colpiscono nel segno. Le batterie a idrogeno sarebbero in parte basate sulla stessa tecnologia che alimenta le attuali automobili a idrogeno. Ovviamente non stiamo parlando di fare il rifornimento al nostro computer portatile, perché il sistema usato sui computer sarà comunque profondamente diverso. Pare, però, che Apple abbia depositato il brevetto di una così detta tecnologia fuel-cell per i suoi computer. L’obiettivo è di rendere sempre più sottili e sempre più efficienti i computer con la Mela morsicata, che secondo i progetti potrebbero usare questo nuovo sistema per durare fino a 5 volte più del tempo attuale.

Le auto a idrogeno, però, esistono perché quelle elettriche ancora non sono abbastanza efficienti. Possibile che per un computer possa sembrare conveniente passare dal naturale elettrico all’idrogeno? Se ci pensate bene, sì. Perché la tecnologia fuel-cell permetterebbe ai computer di durare molto di più e, quindi, di usare molta meno corrente per ricaricarsi. Le possibilità sono infinite. Vedremo mai questa tecnologia sui nostri MacBook?