Brevetti: Apple mette in cassaforte l’autografo digitale

autografo-digitale.jpg-704x470

Avete mai dovuto firmare su un dispositivo digitale? Magari anche solo per ritirare un pacchetto oppure per effettuare pagamenti con carta di credito in certi grandi magazzini svedesi del mobile. In qualsiasi occasione vi sia capitato, saprete quanto sia difficile e innaturale firmare si uno schermo. Anche i più bravi, spesso e volentieri, finiscono per apporre firme che farebbero vergognare anche un bambino delle elementari. Nonostante questo problema, però, Apple evidentemente crede nella firma virtuale, dato che l’ultimo brevetto reso pubblico da Cupertino riguarderebbe proprio la possibilità di firmare il proprio dispositivo a schermo. Secondo alcuni sarebbe così possibile far autografare dagli autori persino i propri libri in formato ebook.

Quanto ciò possa avere un senso non è dato saperlo. Infatti non possiamo certo dire che l’autografo digitale di Stephen King o della Rowling possa avere lo stesso effetto di un tratto d’inchiostro assolutamente non replicabile e tracciato di suo pugno dall’autore. Non esiste poi il pericolo che l’autografo possa essere un falso? Sembrerebbe di no, almeno a quanto afferma il brevetto di Apple. Infatti il software iBook Author si prenderebbe la briga di autenticare la firma. Insomma, una piccola chicca che sicuramente potrà piacere a molti, ma che ad un primo impatto solleva qualche dubbio sulla sua effettiva utilàit, ma non sta a noi giudicare.

Nel fratte, però, Apple ha qualche problemino più serio con l’Unione Europea. Infatti alle autorità non è andata per niente giù la gestione dei connettori da parte della Mela. Cupertino, infatti, non si è mai voluta adeguare alla richiesta dell’UE di utilizzare unicamente le prese microUSB per i cavi di connessione e ricarica, adottando sempre il formato Lightning che, ricordiamolo, garantisce notevoli introiti grazie alla licenza a pagamento “Made for iPhone”. Apple ha sempre cercato di evitare commercializzando degli adattatori, ma sembra che a Bruxelles questo non vada più molto bene.

autografo-digitale.jpg-704x470