Bug SSL: Apple in grande imbarazzo

800px-Mac_OS_X_10_7

Quanti sono gli Apple User spaventati dal bug SSL? Forse non tanti soprattutto perché negli ultimi giorni l’attenzione dei media è rivolta inevitabilmente ai nuovi device presentati al MWC 2014, eppure la minaccia che si nasconde sotto l’SSL pare essere decisamente preoccupante oltre che imbarazzante per la casa di Cupertino.

Il Bug è ancora presente su OS X e presenta diverse criticità. Facciamo chiarezza: il Bug SSL rappresenta un problema relativo al codice di autenticazione SSL che utilizzano i siti protetti, compresi quelli di e-commerce. Questo Bug, in buona sostanza, potrebbe lasciare ad un hacker lo spazio per inserirsi fra area web e device.

Proprio in questo passaggio potrebbero essere inseriti malware e trojan di diverso genere capaci, ovviamente, di impossessarsi dei dati sensibili dei malcapitati utenti. Il Bug, del resto, rende vulnerabili diversi Client e non soltanto il Browser naturale di Apple, Safari.

Fra le app a rischio, dunque, troviamo anche Twitter, Facebook, iMessage, Gmail. In queste ore si è anche arrivati a teorizzare che la Apple abbia introdotto di proposito il Bug per aiutare la NSA nelle sue ricerche ma al momento non c’è davvero nulla di attendibile in tal senso.

Un tempo non era nemmeno immaginabile che un sistema operativo firmato Apple potesse incappare in Bug imbarazzanti di questa portata: le cose, però, sono cambiate e negli ultimi due anni OS X si è dovuto piegare più volte a falle di sistema di notevole entità. Sarebbe interessante scoprire le cause di una debacle del genere: nei prossimi giorni ne sapremo senz’altro di più.

 

800px-Mac_OS_X_10_7