Fiat: sceglie Car Play, ma tende la mando ad Android Auto

IOS_in_the_Car

Anche la Fiat (ops, FCA) ha scelto Car Play per le sue automobili. L’azienda di Marchionne, infatti, ha rivolto il suo interesse ad uno degli ultimi prodotti made in Cupertino estendendo il software anche ai marchi Alfa Romeo ed Abarth.

Con la Fiat, oggi l’azienda di Tim Cook può contare quasi 30 aziende automobilistiche che, fin dal 2015, lavoreranno attivamente allo sviluppo e all’integrazione del sistema di infotaiment CarPlay. Questo vuol dire, inoltre, che ci sono ottime possibilità che, gli automobilisti che scelgono le aziende che collaborano con Apple, avranno un iPhone in tasca o, meglio ancora, lo compreranno pur di dialogare in maniera armonica con la loro nuova automobile.

Fiat, del resto, per Apple vuol dire Chrysler, Dodge, Abarth, Ram, Jeep e Alfa Romeo; la Ferrari – sempre del gruppo italo americano – aveva già sposato i pregi di Car Play durante la sua presentazione ufficiale a Ginevra.

Di recente, inoltre, hanno detto si a Car Play anche Bmw, Nissan, Ford, Citroen e Kia Motors. Certo, la FCA ha aderito anche alla Open Automotive Allinace di Google per lo sviluppo di Android Auto ma il ruolo di Car Play nelle auto della vecchia azienda torinese è in ogni caso degno di nota proprio a causa della sua presenza anche su marchi di lusso come quello della Ferrari.

E’ presto, in ogni caso, per conoscere il nome di tutte singole auto che utilizzeranno Car Play ma la sensazione è che, in breve, anche le auto di piccola cilindrata troveranno il modo di comunicare con iPhone. Il futuro, ormai, è quasi realtà.

 

IOS_in_the_Car