Google si rifà il look: ora somiglia ad iOS 7

Google_web_search

Google si rifà il look ed in molti già pensano che voglia somigliare al nuovo stile introdotto da iOS 7. A colpire, infatti, è il design del nuovo logo: la scritta Google non ha più il riflesso bombato introdotto tre anni fa ma mette in gioco una linea sostanzialmente bidimensionale vicinissima all’idea avuta da Jony Ive per rivoluzionare il sistema operativo mobile della Apple.

A cambiare, oltre al logo di Big G, è l’intera Home Page che risulta ridisegnata in piena chiave minimal. L’azienda di Mountain View afferma di aver voluto provare a standardizzare il modo di approccio degli utenti a tutti i servizi proposti da Google su device mobile. Con le nuove versioni di Youtube e Gmail questo processo era già iniziato ed ora, con la rinnovata Home Page di Google, continua in maniera netta e decisa.

La vera innovazione, però, è un’altra: la nuova veste grafica intacca, anche se in maniera parziale, le abitudini e la libertà dell’utente nello scegliere senza pressioni di iscriversi o meno al social network di Google. Allo scopo di ridurre tutte le opzioni cliccabili poste in alto nella Home Page, il team di Big G ha deciso, infatti, di indirizzare (con una schermata di apertura prima dell’ingresso in GMail) gli utenti sull’icona Google Plus, all’interno della quale è possibile accedere a molte funzioni essenziali.

Una scelta che appare a tratti sensata – dal punto di vista di Google – a tratti troppo difficile da gestire. Resta, inoltre, la scelta di sposare la nuova filosofia grafica bidimensionale, segno che l’azienda di Cupertino è stata in grado di proporre un nuovo stile anche a Big G. Resta molto singolare il fatto che oggi scopriamo alcune analogie con iOS 7 nella Home Page di Google, mentre proprio Jony Ive aveva tratto ispirazione da Android per il suo nuovo sistema operativo mobile

 

 

google-plus!