Il tribunale di Milano da ragione ad Apple: Samsung bocciata

371px-Galaxy_Nexus_smartphone

Ancora novità nel confronto fra Apple e Samsung: il tribunale di Milano, infatti, ha dato ancora una volta ragione all’azienda di Cupertino e, dunque, l’iPhone 4S potrà essere venduto tranquillamente anche in Italia.

Il giudice, Marina Tavassi, specializzata in proprietà industriale ed intellettuale, ha respinto le richieste di Samsung atte a bloccare le vendite di iPhone 4S in Italia: l’accusa dell’azienda coreana era la violazione di alcuni brevetti da parte di Apple.

Il giudice, nelle lunghe motivazioni della sentenza, non è entrato nel dettaglio tecnico dei brevetti ma ha, allo stesso tempo, respinto la richiesta. Sulla base di questa sentenza a tratti farraginosa, la Samsung potrebbe dunque presentare un ricorso per provare nuovamente ad ottenere il blocco delle vendite del melafonino.

Il procedimento era stato avviato il 28 ottobre, pochi giorni prima dell’arrivo dello smartphone in Italia. Dopo il deposito delle prove a discarico di Apple e delle memorie difensive a cura dell’ufficio legale di Cupertino, si è tenuta l’udienza lo scorso 16 dicembre. A distanza di quasi un mese è arrivata, secca, la risposta con esito negativo per Samsung.

Sotto esame due brevetti in particolare che, però, Samsung non è riuscita a palesare come propri agli occhi del tribunale milanese. La causa procederà comunque nel merito già dal prossimo mese di febbraio, ragion per cui questo è soltanto il primo passo per il proseguo, in Italia, delle vendite dell’ultimo nato in casa iPhone. Del resto, proprio i vertici di Samsung Italia si dicono certi delle loro accuse e sicuri che, prima o poi, la loro professionalità venga premiata. La strada è ancora lunga…