iOS 7: test in gran segreto per Apple

iOS 7: test in gran segreto per Apple

Tim Cook l’aveva promesso: i prodotti Apple torneranno ad essere super segreti durante il loro sviluppo. Sembra proprio che il CEO della Mela stia cercando di mantenere la promessa, dato che il nuovo iOS 7 continua ad essere coperto dal mistero più assoluto. In giro per il Web troviamo indiscrezioni, supposizioni e desideri, ma di notizie certe nemmeno l’ombra. Vedendo cos’era successo negli anni scorsi, dobbiamo riconoscere che la segretezza a Cupertino è migliorata parecchio.

Il nuovo iOS 7, tra l’altro, rappresenterà un passo avanti molto importante per Apple. Andrà sicuramente ad equipaggiare il probabile iPhone 5S e, se uscirà, anche il tanto chiacchierato iPhone low cost. Coinvolti sicuramente iPhone 5 e 4S, molto probabilmente anche il più vecchio iPhone 4. Rischia di rimanere escluso l’ormai troppo arretrato iPhone 3GS, così come l’iPad 2. Sarà tra l’altro il primo sistema operativo mobile della mela sviluppato in seguito al licenziamento di Scott Forstall, il che significa che il progetto sarà completamente nelle mani di Jonathan Ive, la cui carriera è stata segnata in grandissima parte dalla sua sconfinata esperienza nella creazione di nuove ed innovative interfacce utente.

Dobbiamo quindi aspettarci un iOS 7 completamente rivoluzionato? È molto probabile. I lavori, infatti, sarebbero stati talmente ingenti quest’anno da mettere in dubbio la data di consegna del WWDC 2013 di giugno. Ive, quindi, pare abbia preso alcuni tecnici al lavoro su OS X 10.9 e li abbia messi a lavorare sul sistema operativo per iPhone e iPad, più bisognoso di cure rispetto a quello per Mac. Il tutto, come detto, in grandissimo segreto, al punto che i dispositivi su cui gli sviluppatori stanno lavorando sarebbero dotati di avanzatissimi sistemi che impediscono a chiunque, utente a parte, di sbirciare cosa appare sul display.

iOS 7: test in gran segreto per Apple