iPad, Apple vs Proview: accordo in denaro?

800px-Ice_skating_summer_palace2

Che fine ha fatto la lunga saga in stile soap-opera fra Apple e Proview? Eravamo rimasti ad un punto potenzialmente di svolta, in Cui Apple – facendo la voce grossa – aveva inteso accusare la Proview di aver letteralmente ingannato i tribunali cinesi.

Oggetto della contesa, per chi non lo sapesse, era e resta il brand iPad che la Proview ritiene di possedere in via esclusiva almeno in territorio cinese. Dopo queste gravi accuse, il terreno sembrava fertile per l’avvio di una trattativa.

Che fosse in corso un tentativo di accordo lo conferma anche l’onorevole Sun Min – della Proview – il quale parla della possibilità che si addivenga ad un accordo in grado di archiviare eventuali procedimenti legali ancor prima che questi prendano forma.

Addirittura Rowell Yang in persona (patron della Proview) ha affermato che fino al 16 febbraio del 2012 tutto lasciava pensare ad un accordo. Al momento, invece, tutto è fermo anche se l’ufficio legale dell’azienda cinese si dice sereno ed in attesa di una proposta formulata dalla Apple. Una proposta in denaro, si intende!

Infondo, tutti hanno subito pensato che questa fosse la strada più concreta anche se per un istante pareva che la cosa potesse riguardare anche i tribunali americani. Molti canali di informazione vicini alla Apple hanno in questi giorni sottolineato come plausibile l’ipotesi che la Proview intendesse arrivare ad un cospicuo accordo in denaro per salvarsi dalla banca rotta.

E’ davvero così? Di sicuro in Cina molte aziende ci staranno pensando su. Se la Apple dovesse pagare, allora è il caso di correre a brevettare sigle come IPHONE 6, perché no? Magari un domani diventa un affare!