iPad Mini 1: conviene solo se è in offerta

ipad_mini

In questi giorni la gamma iPad ed iPad Mini presentata da Apple ha subito parecchie variazioni ed ora è caccia all’offerta più vantaggiosa sia proposta direttamente dall’azienda di Cupertino sia proposta dalle grandi catene di distribuzione.

Con l’uscita di scena di iPad 2 ed il conseguente avvento dell’iPad Retina Wifi al prezzo di 379 € (con tanto di Chip A6x e schermo Retina), l’attenzione paradossalmente si è spostata sull’iPad Mini di prima generazione. Quest’ultimo, presentato ormai un anno e mezzo fa, non ha lo schermo Retina ed ha il processore A5X (non proprio di ultimo pelo), è disponibile in versione WiFi da 16 GB al prezzo di 279 € ed eventualmente anche in versione LTE.

Ciò che lo rende allettante, infondo, è proprio il prezzo anche se con l’arrivo del nuovo device di dimensioni standard con Retina Display a 379 €, la sensazione è che gli utenti siano orientati verso quest’ultima soluzione a meno che… iPad Mini di prima generazione non venga proposto in offerta con uno sconto allettante.

Chi ha bisogno di un tablet per consultare il web o per avere a portata di mano alcuni documenti in mobilità, infatti, non cerca un processore all’ultimo grido né uno schermo Retina ad altissima risoluzione; vuol, però, avere fra le mani un device affidabile a prezzi contenuti e lontani dal prezzo medio di un iPad di ultima generazione (o quasi, come nel caso dell’iPad Retina 16 GB).

In queste ore è corsa alle catene di grande distribuzione per trovare iPad Mini in offerta: in alcuni casi è possibile trovarlo sotto costo anche a poco più di 200 €. Sotto a chi tocca!

 

ipad_mini