iPhone 3GS, 2011: 3 milioni di unità nei prossimi 6 mesi

Apple_iPhone_3GS

Sarà che l’iPhone 4S è stato proposto a prezzi più esorbitanti del solito (specie nella versione 64 GB), sarà che chi pensa di comprare il 4, alla fine una S in più ce l’aggiunge… fatto sta che, a quanto pare, l’unico intenzionato a non cedere il passo al cospetto del nuovo che avanza è l’iPhone 3GS, datato ormai 2009. Basti pensare che la Apple al momento lo usa come iPhone EntryLevel per le proposte di abbonamento a canone zero. Secondo il dato fornito da DigiTimes, nelle fabbriche cinesi i volumi di produzione del 3GS sono decisamente elevati e nel quarto trimestre dell’anno 2011 è stata stimata una consegna di oltre 2 milioni di pezzi; il primo trimestre del 2012, invece, prevede un carico di produzione che oscilla attorno al milione e mezzo di dispositivi.

Un dato davvero singolare, se si considera che mediamente uno smartphone al giorno d’oggi resta in vita al massimo per un anno, dopo il quale viene considerato sorpassato. Ancor più singolare il dato se lo si confina nell’universo iPhone, dal momento che ben due sono i modelli usciti dopo il 3GS e l’aggiornamento iOS 5.1 ha rivelato l’imminente presentazione anche dell’iPhone 5. Forse è proprio il sistema operativo a fare la differenza giacché, a differenza dell’iPhone 3, il 3GS è in grado di ricevere l’aggiornamento per il neonato iOS 5 così da non restare troppo indietro con le novità. L’unica falla, al momento, sarebbe l’assenza di Siri ma, considerata la sua fase di piena sperimentazione ed il numero di lingue limitato (appena 3), si capisce come questo non può rappresentare un problema. Al momento, premesso che – come in incipit – molti gestori propongono il 3GS a costo zero abbinato ad un piano tariffario, e che in ogni caso sugli store della Apple Italia il telefonino in questione è venduto a 399 €, non sarebbe male pensarci su e scegliere un prodotto testato a dispetto delle novità del momento.