iPhone 5, 2012: volano le azioni Foxconn

iphone5_camera

Lo smartphone più atteso del 2011 è stato senza ombra di dubbio l’iPhone 5. Ciò che suona un po’ strano è che, nonostante le vendite di iPhone 4S siano andate oltre ogni più rosea aspettativa, il dispositivo più atteso del 2012 è di nuovo l’iPhone 5!

Dunque, l’iPhone 4S è un po’ come l’ultimo Governo Berlusconi: nessuno l’aveva votato a parole ma, nei fatti, il Cavaliere era lì in trono! In ogni caso, tutti sappiamo come negli ultimi due mesi le voci circa l’arrivo del quinto modello di mela fonino si siano fatte davvero insistenti.

Tutto ciò, se da un lato ha giovato alla Apple in termini di risonanza mediatica, ho giovato ancor di più alla Foxconn in termini di introiti giacché – viste anche le ottime vendite del 4S – le azioni della FoxConn Technology Company sono schizzate alle stelle nella borsa di Taipei: lo stock ha chiuso, infatti, con quota NT $ 101,50, con un aumento di oltre 6 punti percentuale.

Del resto, per gli investitori non esiste azienda più solida di Foxconn, dal momento che da sola serve buona parte delle aziende tecnologiche del mondo. E questo dato, inoltre, la dice lunga sull’effetto delle critiche che stanno piovendo in questi giorni proprio su Apple e Foxconn.

Come a dire che agli investitori, in fondo, importa poco se una azienda sfrutta o meno la mano d’opera, se ci siano o meno suicidi a catena. Ciò che conta, a quanto pare, è soltanto il profitto. Mentre on line ci si prodiga per ottenere un iPhone cosiddetto etico, nell’alta finanza gli squali continuano la loro scalata, ed iPhone 5 tutto sarà fuorché etico!