iPhone 5: i brevetti violati secondo Samsung

iPhone 5: i brevetti violati secondo Samsung

Come già sappiamo, Samsung ha aggiunto nuovi elementi nella sua eterna disputa con Apple. Secondo la casa coreana, infatti, ben otto brevetti di sua proprietà sarebbero stati violati niente meno che dal nuovissimo iPhone 5. Accompagnandosi da una dichiarazione ufficiale nella quale Apple viene accusata di sapere fare concorrenza solamente ricorrendo ai tribunali e non a idee innovative sul mercato (frase a dir poco opinabile), la casa coreana si è così presentata davanti al giudice Lucy Koh, affermando alla corte di San Josè che il nuovo Melafonino violerebbe ben due brevetti inerenti la tecnologia wireless UMTS. In pratica il 3G utilizzato quasi da tutti.

Impossibile entrare nello specifico di questi due brevetti, così come dei sei rimanenti. Spesso queste accuse vengono fatte sulla base di elementi al limite dell’infinitesimale, con prove davvero poco comprensibili per chi non abbia una conoscenza diretta dell’argomento. Tra l’altro il giudice Koh è lo stesso che nei giorni scorsi ha autorizzato la vendita del Samsung Galaxy Tab 10.1 sul suolo americano, dopo che a fine giugno Apple era riuscita ad ottenerne il blocco.

La diatriba, però, è tutto fuorché conclusa. Apple, infatti, può ancora ottenere il blocco definitivo del Galaxy Tab 10.1. È possibile che l’accusa formulata dall’avversaria asiatica sia stata fatta proprio per avere dalla propria parte qualche proiettile per far retrocedere la Mela dalle sue intenzioni. Resterà da vedere come si risolverà la questione, ma la sensazione è che continueremo per molto tempo ancora a sentire di incontri legali tra Cupertino e Seul. La grande guerra tra i due colossi dell’ICT.