iPhone 5S: Apple brevetta un sensore audiometrico

800px-Fingerprint_detail_on_male_finger

Che fine ha fatto l’iPhone 5S? Negli ultimi giorni siamo stati molto attenti a seguire la diatriba riguardante un eventuale melafonino a bassissimo costo: nel giro di 24 ore la voce che annunciava un modello in vendita a partire da 99 dollari si è pian piano sgretolata lasciando spazio ad un più plausibile iPhone Low Cost proposto ad un prezzo massimo di 400 dollari.

L’idea principe, però, resta eccome: l’iPhone 5S, infatti, sembra essere ancora nei piani di Apple. Secondo le ultime fonti l’azienda di Cupertino ha registrato un brevetto unico che racchiude in una sola struttura il sensore biometrico ed un più piccolo sensore simile destinato ad un device mobile.

Parliamo, in buona sostanza, dei riconoscitore di impronte digitali che già altre volte era stato affiancato all’iPhone 5S. Questo brevetto si distingue dagli altri grazie all’unione della forma metallica con dei semiconduttori e circuiti elettrici.

Dal brevetto è possibile osservare un unico assemblaggio di questi elementi protetto poi dalla ghiera centrale. Secondo fonti accreditate, tale nuovo elemento potrebbe essere un punto essenziale del prossimo iPhone 5S: in questo modo sarà possibile attivare numerosi servizi che necessitano di autenticazione facilitando l’utilizzo del device e la sua maggior versatilità.

In particolare dovrebbero essere facilitate le transazioni monetarie rendendo superata la tecnologia NFC che la Apple non ha mai visto di buon occhio. Non esistono però conferme ufficiali che mettono in relazione questo brevetto con il prossimo iPhone 5S: quello poc’anzi esposto è un processo deduttivo che ci ha permesso di ipotizzare quali saranno le caratteristiche del melafonino del futuro.

 

800px-Fingerprint_detail_on_male_finger