iPhone 6: il chip A7 potrebbe essere affidato ad Intel

iPhone 6: il chip A7 potrebbe essere affidato ad Intel

Il processore che andrà a costituire il cuore del futuro iPhone 6 potrebbe essere prodotto dalla Intel. Almeno in parte. Queste sono le ultime indiscrezioni sul futuro della gamma di smartphone con il marchio della Mela, che quest’anno dovrebbero veder l’apparizione del semplice iPhone 5S per poi compiere il vero salto generazionale il prossimo anno.

Nel frattempo, però, la casa di Cupertino si sta muovendo per alzare la qualità dei suoi prodotti. Alcuni affermano che Tim Cook preferisca affidarsi ai componenti costruiti in casa, mentre altri vedono appunto l’entrata di Intel nell’affare. L’indiscrezione è stata riportata dal noto sito Web AppleInsider, di solito molto ben informato per quanto riguarda le indiscrezioni interne della casa. In pratica le nuove CPU del Melafonino verrebbero in gran parte prodotte da Samsung (ironia del mercato), con Intel e TSMC ad occuparsi di circa metà del processo produttivo. Intel sarebbe responsabile solamente del 10% dell’operazione.

Una quota piuttosto bassa, ma molti vedrebbero in questa operazione un tentativo di Apple di verificare l’effettiva competenza (?!) di Intel di gestire una simile operazione. È quindi possibile che, se tutto andrà per il verso giusto, che la casa americana venga in futuro scelta per la produzione completa dei processori di iPhone e iPad. Presumibilmente a danno di Samsung, dalla quale Cook sta naturalmente cercando di separarsi alla luce dei contrasti che, ancora oggi, sembrano non voler trovare una soluzione. A maggio, comunque, Intel andrà incontro ad una ristrutturazione aziendale in alcuni suoi dirigenti, quindi a ridosso dell’estate potrebbe saltare fuori qualche news particolarmente succosa.

iPhone 6: il chip A7 potrebbe essere affidato ad Intel