iPhone full-Amoled: device a tutto schermo

Apple_store_fifth_avenue

Dopo la rivelazione fatta dalla Apple in merito agli iPhone lasciati in eredità da Steve Jobs, la stampa si è sbizzarrita e, a quanto pare, nelle ultime ore è stato svelato un nuovo brevetto depositato da Cupertino presso lo US Patent and Trademark Office, ovvero l’ufficio brevetti degli Stati Uniti.

Il progetto porta la firma di Scott A.Myers: l’iPhone, in poche parole, diventerebbe un device full-Amoled dal momento che il display finirebbe per circondarlo in ogni punto. Il grande schermo si basa sulla caratteristica della flessibilità e sfrutta anche l’alloggio trasparente per rendere il device facile da utilizzare.

Certo, una cosa è il prototipo ed una cosa l’eventuale produzione in serie. Il progetto stesso che è stato diffuso dalla stampa lascia alcune perplessità giacché il connettore adottato per il nuovo iPhone è ancora quello vecchio e non l’attuale Lightning.

Nel brevetto di questo fantomatico iPhone è possibile anche trovare un nuovo sistema di riconoscimento facciale in grado di collocare le icone nel modo ottimale a seconda del lato che utilizzerà l’utente (dal momento che lo schermo è su entrambi i lati).

Anche lo sblocco del telefono finirà per sfruttare lo schermo: basterà scorrere un dito sul lato del device ed il gioco è fatto. Partendo da alcune caratteristiche già esistenti – come il display flessibile – questo brevetto sviluppa le innovazioni attuali per gettare alcune basi per il futuro.

La Apple, cioè, non vuole farsi trovare impreparata e per questo ha deciso di correre ai ripari. Il brevetto, dunque, c’è: adesso bisogna passare ai fatti!

 

Apple_store_fifth_avenue