iPhone: il preferito per le applicazioni bancarie

Secondo un recente studio condotto all’interno del settore degli smartphone è emerso che tra tutti i dispositivi mobili attualmente presenti sul mercato, l’iPhone della Apple risulta essere quello con maggiore realizzazione di applicazione nel settore bancario.

Lo studio in questione è stato condotto dal gruppo di ricerca dello staff TowerGroup, da dove emerge appunto che l’iPhone è il dispositivo più indicato per produrre e realizzare applicazioni in qualche modo collegato con il mondo delle banche.

Lo staff di TowerGroup ha recentemente diffuso i risultati derivanti dallo studio condotto sul mercato all’interno del quale è emerso che attualmente l’azienda di Cupertino detiene il 24,7% del mercato dei dispositivi mobili, dietro RIM ed Android posizionati rispettivamente al secondo posto con 30,4% ed al primo posto 31,2% del mercato mondiale degli smartphone.

Molto più in basso in termini di percentuali troviamo poi Microsoft e Palm con quote addirittura inferiore al 10% di mercato quindi distaccate notevolmente dal gruppo di testa.

Ovviamente le cose cambiano decisamente quando l’oggetto dello studio o delle ricerche sono invece le applicazione dedicate al comparto bancario, che può invece sfruttare una vasta gamma di servizi accessibili attraverso l’iPhone che ne facilitano le operazioni come ad esempio l’accesso al proprio conto corrente bancario, il pagamento delle bollette direttamente online direttamente dal proprio dispositivo iPhone.

Un’altro dato decisamente molto interessante, è quello che ci dice che ben il 60% degli acquisti online effettuati tramite un dispositivo mobile sono stati fatti attraverso il melafonino.

Insomma il melafonino risulta essere attualmente il più utilizzato per le contrattazioni online.