iWatch: Apple deposita il brevetto in Russia?

IOS_6.0

Ultimissime su iWatch ad ormai 72 ore dal WWDC 2013, questa volta provenienti addirittura dalla lontana Russia. Esiste, dunque, il fantomatico device da polso della Apple? Se dovessimo dare per buone le indiscrezioni delle ultime ore, non ci sarebbero dubbi!

Secondo alcuni analisti con base a Mosca, infatti, la Apple avrebbe addirittura depositato il marchio iWatch presso il Rospatent, sarebbe a dire il servizio federale russo destinato alla protezione e tutela della proprietà intellettuale. Nessuna conferma ufficiale, ovviamente, ha ribadito tale indiscrezione ed ovviamente la notizia va valutata  con le dovute cautele.

Se volessimo fare un tuffo nel passato, inoltre, mai fino ad ora la Apple si era esposta in maniera così lampante per il brand di un nuovo dispositivo, preferendo ideare sempre metodi molto originali per registrare il marchio. iWatch, così, seppure al centro della cronaca, rischia di risultare una bufala.

Del resto, perché mai depositare il brand in Russia? In questa domanda confluiscono vicende differenti che, però, finiscono con il considerare sempre le strategie di marketing al centro dei pensieri della Apple. Il marchio iWatch, infatti, sebbene mai utilizzato ufficialmente, già denota – nell’immaginario comune – l’orologio intelligente firmato Apple: uno smartphone da polso da utilizzare come un vero device mobile.

Secondo alcune indiscrezioni il device potrebbe arrivare entro il prossimo autunno: tali considerazioni si basano sul fatto che la Apple non può restare alla finestra ancora a lungo. Se iWatch sarà, dunque, tutto lascia pensare che l’avvento è ormai alle porte.

Certo, se invece le news provenienti dal nord-Europa fossero infondate, allora dovremmo rimettere tutto in discussione.

 

IOS_6.0