iWatch: tutti si aspettano un orologio svizzero!

640px-Bern_luftaufnahme

Sarà davvero un orologio svizzero il tanto atteso iWatch della Apple? Ancora una volta possiamo parlare soltanto di indiscrezioni e di poche certezze: l’azienda di Cupertino, questa è l’unica cosa sicura, non vuol proporre al pubblico un device incompleto oppure poco appetibile.

L’iWatch, dunque, dovrà essere un orologio svizzero nel vero senso della parola: preciso, affidabile e con tutte le rotelle al suo posto. Per aver successo, il device dovrà offrire in primis un hardware affidabile: l’elemento che attualmente causa maggiore apprensione è la batteria; una durata troppo limitata del device potrebbe stancare gli utenti che, oltre ad iPhone ed iPad, dovrebbero mettere sotto carica anche iWatch. Almeno 48 ore: questa è la durata necessaria perché lo smartwatch della Apple possa definirsi davvero svizzero!

Di poi un’altra grande sfida si gioca sulle funzionalità del device: iWatch dovrà certo potersi interfacciare con iPhone (iOS 8 sta mettendo a punto l’app Health che sfrutterà il co-processore M7 per monitorare i passi dell’utente) ma dovrà anche offrire funzioni autonome che lo rendano più che mai indipendente.

Insomma… a conti fatti l’azienda di Cupertino vuol fare in modo che “svizzero” diventi un appellativo che indichi la qualità del suo device.

Certo, proprio gli svizzeri potrebbero dar del filo da torcere alla Apple dal momento che la Swatch ha già fatto sapere che il brand iWatch è decisamente troppo simile al brand iSwatch e, quindi, si preannunciano nuove battaglie legali dopo le infinite diatribe con la Samsung.

Certo, già poter conoscere dal vivo il nuovo device non sarebbe una cattiva idea!

 

640px-Bern_luftaufnahme