JOBS, in Italia da ottobre: le ultime parole di Woz

ashton-kutcher-as-steve-jobs

Arriverà ad ottobre distribuito da Filmauro: il film JOBS narrerà la vita del padre della Apple mettendone in risalto le caratteristiche ed il carisma. La pellicola, che sarebbe dovuta arrivare negli USA già in aprile, uscirà in realtà ad agosto negli Stati Uniti per poi approdare, come detto in incipit, anche in Italia.

Nelle ultime ore è tornato a parlare del film Steve Wozniak il quale già in passato ha mostrato alcune perplessità in merito alla veridicità della pellicola. Woz, infatti, tempo fa ebbe a dire che il film JOBS mal descriveva il suo ruolo all’interno della storia della Apple.

Seppur con toni più pacati, Woz è tornato ad esprimere dubbi sulla pellicola ritenendo che JOBS, in realtà, tenda ad esaltare il ruolo del vecchio amico Steve anche quando – nei primi tempi della Apple – alcune scelte di Steve Jobs misero in serie difficoltà l’azienda.

Ecco le dichiarazioni di Wozniak:

<<Ho un tarlo in testa che mi dice che nel film Steve sarà dipinto come un santo ignorato, piuttosto che una delle principali persone che portarono Apple a fallimento dopo fallimento (Apple 3, LISA, Macintosh) mentre i ricavi arrivavano dall’Apple II che Jobs voleva fare fuori. È bello avere il lusso di poter fallire. Il mercato del Macintosh fu creato nei 3 anni successivi all’uscita di Jobs, con molti sforzi, da gente che lui disprezzava. Jobs tornò come il santo e il dio che oggi conosciamo e guidò la creazione di altri prodotti grandi come iTunes Store, iPod, i negozi, iPhone e iPad. Ma era una persona diversa, con più esperienza, più riflessiva e capace di guidare Apple in questi anni.mIl vecchio Jobs sarebbe stato molto utile ai primi anni in Apple, immagino>>.

Non ci resta che aspettare il film nelle sale.

 

ashton-kutcher-as-steve-jobs