Live Apple: iPad Air, Mavericks gratis e Mac più potenti

iPad

Eccoci in diretta insieme alla Apple dallo Yerba Buona Center di San Francisco! Pochi minuti e Tim Cook è già sul palco, sciorinando come al solito le cifre tanto care all’azienda di Cupertino. Una breve panoramica sui primi successi di iOS 7 ed iTunes Radio. L’attenzione finisce subito al mondo dei Mac giacché Cook da subito rassicura il pubblico sul fatto che la Apple continuerà a produrre i suoi pc ed OS X Mavericks è la prova lampante che lo sviluppo va avanti senza sosta. Il pubblico, intanto, freme in attesa delle vere novità che oggi l’azienda a marchio Mela vorrà proporre.

Sul palco, intanto, è arrivato Craig Federighi il quale va subito al sodo: con OS Mavericks la batteria dei MacBook durerà un’ora in più! Il nuovo OS X, infatti, gestisce la grafica in maniera molto più sofisticata e al tempo stesso chiede meno sforzo al processore. Federighi, come abbiamo detto, non si perde in chiacchiere e subito si dirige verso un Mac per mostrare dal vivo le novità – almeno alcune – del nuovo sistema operativo. L’atmosfera sul palco dello Yerba Buena Center è serena e Federighi rivolge subito alcune battute a Schiller mentre continua a gestire le notifiche.  Ed ecco la prima vera chicca del Keynote: OS X Mavericks è… gratis!

La Apple, dunque, ha deciso di partire dai pc tradizionali il suo evento, segno che l’azienda intende guardare al futuro con iPad 5 senza però dimenticare le certezze del passato.

Chiusa la pagina software, è Phil Schiller che si occupa di hardware ed il pensiero corre subito a MacBook Air e MacBook Pro, il primo con schermo Retina. Il nuovo Mac poi ha novità entusiasmanti secondo Shiller: più leggero del modello precedente, ha un processore Haswell Dual-Core con GPU Iris integrata mentre per il MacBook modello da 13 pollici 2.4GHz dual-core i5 con 4GB di Ram troviamo un prezzo di partenza di 1299 dollari, ovvero circa 200 dollari in meno rispetto al suo predecessore!

Passando al Mac Pro, ci accorgiamo subito che occupa un volume decisamente inferiore rispetto al passato e si può senz’altro definire un pc di nuovissima generazione. Ecco in sintesi la proposta di Apple: al prezzo di 2999 dollari si ha accesso al modello 3.7GHz quad-core Xeon con 12GB DRAM; si aggiunga Dual FirePro D300 con 2GB VRAM e 256GB SSD.

Dopo questa panoramica hardware, Eddy Cue si dedica ancora al software parlando di quello che appare come la migliore integrazione di sempre fra iOS 7 ed OS X Mavericks in termini di condivisione: tutto ha alla base un sostrato a forma di iCloud. Basti pensare che iWork, Pages, Numbers e Keynote sono stati del tutto ripensati sia per OS mobile che desktop. E’ evidente dalla dimostrazione pratica che si sta svolgendo in questo momento che l’azienda di Cupertino punta dritta verso un microcosmo in cui l’utente potrà fare tutto ciò che desidera senza più passare da Google. La nuova gestione di documenti partendo da iCloud nei fatti punta a far impallidire Google Drive.

Ma è di nuovo il momento di Tim Cook e di… iPad! Prima, però, Cook non può che ripercorrere il fasti del tablet più famoso al mondo, a cominciare dallo scetticismo iniziale fino ad arrivare ad essere il device più venduto della Apple.

A parlare è adesso Phil Schiller che presenta… iPad Air, ovvero il nuovo tablet da 9.7 pollici della Apple! Stiamo parlando di un device 8 volte più veloce del precedente, figlio di tutte le innovazioni già presentate su iPhone 5S. E’ interamente a 64 bit e monta anche il coprocessore M7 oltre al Chip A7. Shiller afferma che le app si scaricano nella metà del tempo rispetto al passato.  iPad Air supporta l’LTE ed ha una fotocamera iSight da 5 Megapixel insieme ad una video camera 1080p HD. La batteria ha un autonomia di 10 ore e lo spessore è appena di 7,5 millimetri, ovvero il 20 % più sottile del tablet precedente. Sarà disponibile in alcuni paesi – tra cui la Cina e l’Italia! – a partire dal prossimo 1 novembre al prezzo di partenza di 499 dollari!

Si passa velocemente ad iPad Mini che, come avevano già affermato i rumors – da oggi è dotato di schermo Retina! Tre le colorazioni per un prezzo complessivo di 399 dollari.

Questo è tutto! Stavolta Tim Cook ha saputo come sorprenderci! Chapeau!

 

 

 

imac