L’iPad diventa una “droga” per molti italiani in vacanza

1

Con l’arrivo dell’estate giungono finalmente le belle giornate di sole e di caldo che ci spingono a vivere le nostre giornata all’aria aperta con i nostri amici, andando a popolare i parchi in città, le spiagge e le piscine. In questa stagione dunque, dovrebbe diminuire dunque il tempo speso chiusi in casa davanti al PC in favore di attività all’aria aperta, ma quest’anno secondo gli esperti qualcosa sta mutando, infatti sembra che per i più “dipendenti” dai social network, neanche l’estate ed il sole potranno convincerli ad abbandonare i computer ed i videoschermi dei dispositivi mobili, cosa che dovrebbe metterci in allarme per la situazione che comincia a delinearsi.

Gli schiavi delle tecnologie sono tutti coloro i quali non riescono in alcun modo a staccarsi dal loro mondo virtuale, quello dei più importanti social network, situazione supportata anche dallo sviluppo delle nuove tecnologie come ad esempio il tablet proposto dalla Apple, stiamo parlando dell’iPad. Secondo il direttore Tonioni, ovvero il direttore della sezione delle psicopatologie dal web presente all’interno del Policlinico Gemelli di Roma, ha a questo proposito ha affermato: “Durante la bella stagione aumentano i malati di sesso virtuale, il 20% di chi usa la rete. Soprattutto ‘over 30′ stregati dalla pornografia in rete, complice l’eccitazione delle giornate passate in spiaggia. Segnaliamo anche l’aumento nella nostra struttura della presenza dei genitori, che ci chiedono informazioni e consigli su come affrontare il problema dei figli che non si staccano mai da Facebook. Spesso questi padri e madri, vengono da noi prima di aver parlato con i ragazzi. Cercano di preparare il terreno a una eventuale richiesta di aiuto e di consulenza”. Secondo il direttore l’astinenza da pc e tablet potrebbe provocare reazioni depressivi ed alcuni casi anche aggressivi “Se questi comportamenti affiorano durante le vacanze, ecco che potremmo essere di fronte ad un caso di dipendenza”.