L’iPhone 5 è la storia più bella del 2011

steve jobs

Come di consueto, il motore di ricerca più utilizzato al mondo ha rilasciato la classifica dei termini più ricercati nel web nel 2011. Nella top 10 di Google ci sono “iPhone 5”, “Steve Jobs” e “iPad 2”, che affiancano Rebecca Black, Google+, Ryan Dunn, Casey Anthony, Battlefield 3, Adele, tra le ricerche più eseguite dagli uteni. In California, le riviste di tecnologia e società stanno incoronando Steve Jobs e le indiscrezioni sull’iPhone 5 come “la storia più bella del 2011”.

E non soltanto per merito della classifica di Google. Una storia, chiamiamola così, affascinante e ricca di magia.

Il boom degli iPhone nel 2011 (100 milioni di unità vendute nel mondo) ha dato vita ad una platea di spettatori incuriositi, affamati, e a loro modo “disinteressati”. Ricordo ancora le prime settimane dello scorso autunno, quando qua e là si vociferava dell’uscita del nuovo iPhone 5, le indiscrezioni abbondavano. E i sogni erano palpabili nell’aria del cyberspazio: l’iPhone 4S fu, a modo suo, un contentino, che ha allungato l’attesa fino alla fine del 2012.

“Una grande storia a sfondo tecnologico – leggo su PcMag.com, numero odierno, a proposito del ciclo di vita dell’iPhone 5 sul web – ha incredibilmente avuto la meglio su altre notizie realmente importanti, come la lotta tra Android vs iOS, le battaglie legali contro l’azienda di Cupertino e delle fusioni (vedi Google – Motorola, ndr) che non hanno precedenti nella storia dell’hi-tech”.

Leggo invece su IphoneTouch che “l’iPhone 4S ci ha riempito le tasche di divertimento, mentre l’iPhone 5 ci ha riempito la testa di sogni”. E mai espressione fu più azzeccata per descrivere la storia più bella del 2011. Che molto probabilmente avrà un sequel nel 2012: i primi capitoli, se avete avuto modo di informarvi negli ulimi giorni, sono stati già scritti.