Misek: iPhone 6 non arriverà prima del 2014

iPhone

Alle parole di Tim Cook hanno fatto seguito numerose reazioni ma l’attenzione su iPhone 6 non è per nulla scemata. Nelle ultime ore, infatti, Peter Misek – del team di Jefferies & Company, ha nuovamente sottolineato la possibilità concreta della realizzazione di un iPhone 6 puntualizzando, però, che il device con schermo da 4,8 pollici non arriverà prima dell’estate 2014.

Tale indiscrezione si scontra con le voci delle ultime settimane le quali ipotizzavano la nuova linea di smartphone Apple pronta già entro l’estate. Secondo l’analista, invece, un iPhone 6 così radicalmente differente dai suoi predecessori renderebbe praticamente impossibile un lancio nell’anno in corso.

Tanti i fattori che hanno portato Misek a tale deduzione, primo fra tutti l’ingombrante presenza dell’iPhone 5 il quale, ovviamente, non potrebbe uscire di scena così in fretta (l’esperienza del New iPad insegna). Al tempo stesso, però, resta valida l’ipotesi dell’avvento di un iPhone 5S ed di un iPhone Mini nel breve periodo.

La differenza starebbe nel fatto che questi ultimi due device non subirebbero grandi rivoluzioni a livello hardware e, dunque, sarebbero facilmente commercializzabili in tempi brevi vista una produzione già rodata. Altro discorso, invece, per un melafonino del tutto nuovo e dalle dimensioni più grandi.

Un nuovo processore, infatti, comporterebbe numerose fasi di studio e progettazione che, inevitabilmente, richiederebbero tempi molto lunghi. In più, per l’iPhone 6 si parla incessantemente di uno schermo Super-Retina e, soprattutto, di un nuovo sistema operativo.

Insomma: fumata nera secondo Misek, almeno per il momento. Tim Cook, del resto, nel suo ultimo intervento è stato chiaro: Apple pensa in primis alla qualità, poi alle dimensioni dello schermo.

 

iPhone