Moviereading: in arrivo il cinema per non udenti nell’App Store?

Moviereading: in arrivo il cinema per non vedenti nell'AppStore?

Una vera e propria rivoluzione per il mondo del cinema. Non stiamo, però, parlando di un nuovo film o di una nuova tecnica di ripresa, bensì di un innovativo metodo per permettere ai non udenti di recarsi al cinema e di seguire i film in piena comodità. In loro aiuto arriverà Moviereading, un software di nuova concezione che al momento è già disponibile gratuitamente per i dispositivi Samsung e che presto verrà introdotto anche nei Market di App per Android, iPhone e iPad.

Moviereading è un vero e proprio database di sottotitoli disponibili in diverse lingue. La parte più incredibile, però, è che sfruttando il microfono dell’apparecchio il programma è in grado di sincronizzarsi con il film e di far scorrere le scritte perefettamente in tempo con il procedere delle scene. Una soluzione straordinaria, che permetterà a tutti coloro che soffrono di privazione completa o parziale dell’udito di godersi un film insieme alla propria famiglia. Vi sono persino dei film del circuito The Space che già stanno fornendo nei propri cinema italiani (per ora sono solo 10 sale) i tablet di supporto per chi non ha a disposizione un apparecchio compatibile con la tecnologia di Moviereading. «Abbiamo scelto di aderire a questa iniziativa per venire incontro alle persone non udenti e dar loro la possibilità di vedere un film al cinema insieme ai familiari – spiega Giuseppe Corrado, amministratore delegato di The Space Cinema al Corriere della Sera – Cominciamo per ora solo con alcune sale ma poi estenderemo la possibilità di usare Moviereading a tutti i cinema del nostro circuito.» L’app sarà scaricabile gratuitamente, mentre i sottotitoli costeranno un euro per film.

Reggere e guardare un tablet per tutta la durata di un film, però, può essere piuttosto scomodo. Per questo sono in fase di studio altre soluzioni, come gli occhialini dotati di realtà aumentata che proietterebbero all’utente le scritte o dei futuribili tablet trasparenti da inserire in appositi porta-computer montati di serie nei cinema.