MWC 2014, Apple: a che gioco giochiamo?

barcellona_mwc

Come previsto la Apple non ha partecipato al WMC 2014 tenutosi come di consueto a Barcellona. Sono anni, ormai, che l’azienda di Cupertino studia tutti i suoi eventi senza preoccuparsi delle fiere a cui partecipano tutti i rivali e questo è soltanto uno dei molteplici aspetti che caratterizzano il mito della Mela ideata da Jobs e Wozniak.

Ci sono alcuni osservatori, però, che in queste ore hanno proposto una visione molto interessante del ruolo che la Apple dovrebbe avere e che forse non ha più all’interno del grande mondo dell’hi-tech. Si è detto, in sostanza, che se in passato fiere del calibro del WMC si preoccupavano di proporre una serie di prodotti da utilizzare accanto ad iPhone ed iPad (app e ad accessori, ad esempio), quest’anno invece non è più così.

Il messaggio che sta passando in alcuni settori degli esperti del ramo è che, per farla breve, il mondo dell’hi-tech si sta liberando dell’ingombrante presenza della Apple. E’ davvero così? Certo, la diffusione di Android attualmente rappresenta ciò che aveva già rappresentato Windows negli anni ’80, ma la nostra sensazione è che la Apple continui in ogni caso a dettare legge.

Un esempio? Lo scorso mese di settembre l’azienda di Cupertino ha presentato iPhone 5S: processore a 64 Bit – il primo ad averlo – e Touch ID per parlare seriamente di pagamenti tramite device mobile. Soltanto al WMC 2014 la Samsung ha presentato il suo Galaxy S5 il quale, guarda un po’, è dotato anch’esso di sensore per il rilevamento delle impronte digitali.

Insomma, cari lettori, a quanto pare la Apple ha intenzione di dettar legge ancora per un bel pò.

 

barcellona_mwc