OS X Mavericks: Apple chiama a rapporto gli sviluppatori

OS X Mavericks: Apple chiama a rapporto gli sviluppatori

Ormai ci siamo. Martedì 22 ottobre non sarà solamente il giorno del lancio dei nuovi iPad 5 e iPad Mini 2. Quasi sicuramente anche il nuovo sistema operativo per computer Mac, ovvero OS X Mavericks, arriverà sul Mac App Store. Quest’ultima versione del software per computer Apple (la 10.9) era stata già presentata durante il WWDC dello scorso giugno, ma ancora non era stata annunciata la sua disponibilità per il download. Durante la notte italiana, però, la Mela ha ufficialmente mandato una mail a tutti gli sviluppatori iscritti all’apposito programma di controllo del nuovo sistema operativo, invitandoli a sbrigarsi ad ottimizzare le loro applicazioni per il nuovo software e sottoporle così al Mac App Store.

Naturalmente si tratta di un modo per la Mela di avere il maggior numero di app disponibili sin dal lancio del programma, uno dei migliori biglietti da visita per quanto riguarda la prima esperienza con un sistema operativo appena installato. Come al solito, però, specifichiamo che anche i programmi pensati per OS X Mountain Lion continueranno a funzionare. In linea di massima se vi funziona un software sul leone di montagna, allora potrete ragionevolmente sperare che possa funzionare anche sul nuovo Mavericks. Le novità sono numerose e le abbiamo già introdotte in questo articolo, ma come al solito non ci sarà una vera e propria rivoluzione. Apple continua così nel suo modus operandi, che prevede piccoli aggiornamenti continui, piuttosto che grandi cambiamenti ogni tot anni. Un modo di fare che ora anche alcuni avversari stanno pensando di adottare (basti pensare al nuovo Windows 8.1).

Al momento l’unico mistero rimasto rimane quello del prezzo, che Apple ancora non ha voluto annunciare. In linea di massima, però, non dovrebbe trattarsi di una cifra particolarmente alta. Come già successo sin dalle passate edizioni di OS X, gli update stanno diventando sempre meno cari. Dai 29 € di Snow Leopard, si è poi passati ai 15/18 di Lion e Mountain Lion. Il debutto in California (Mavericks) sarà presumibilmente sullo stesso livello, così da incentivare il più possibile gli utenti ad aggiornare. Ricordiamo che OS X Mavericks sarà fornito, come gli ulti due OS X, solamente in download dal Mac App Store. Sarà forse possibile avere delle chiavette USB con il sistema installato sopra, ma a quel punto i prezzi potrebbero schizzare in alto.

OS X Mavericks: Apple chiama a rapporto gli sviluppatori