Pagamenti virtuali: Facebook vs Touch ID

mzl.utbsbllq

Adesso Facebook vuol mettere bocca anche nel mondo dei pagamenti virtuali: questa è l’ultima notizia che gira da alcune ore fra la stampa di settore. Altri guai in vista per Apple, dunque, che sui pagamenti virtuali sta puntando davvero moltissimo e che nei prossimi mesi svilupperà ancora al meglio il sistema Touch ID già presentato su iPhone 5S lo scorso mese di settembre.

Ebbene… per l’azienda di Cupertino la prospettiva di dover competere con Facebook nel campo dei pagamenti on line potrebbe essere davvero disarmante anche e soprattutto perché la quantità di utenti di cui dispone il sito in blu è davvero inquietante.

Oltre un miliardo di contatti ufficiali, più di 450 milioni di utenti presenti su WhatsApp e tutti i profili di Instagram fanno di Facebook un nemico assoluto. Ma cosa vogliono fare, dalle parti di Menlo Park? Possibile che vogliano diventare una banca?

Beh, l’idea non è proprio questa. Secondo indiscrezioni, non confermate, Facebook sarebbe pronto ad introdurre un sistema di valuta virtuale che al tempo stesso sia un metodo di trasferimento di denaro ed un conto corrente virtuale vero e proprio.

Per quanto riguarda l’ambito europeo, la moneta virtuale di Facebook dovrebbe utilizzare dei trasferimenti diretti su Swift: un metodo rapido e veloce per dar filo da torcere ai rivali.

Come detto in incipit, chi potrebbe avere i problemi maggiori da questa nuova attività del sito in blu è proprio la Apple: proprio per questo dalle parti di Cupertino faranno bene ad accelerare il lavoro sul Touch ID così da precedere sul tempo un rivale agguerrito come Facebook!

 

 

mzl.utbsbllq