Phablet: Apple delude le attese

800px-Apple_Store_North_Michigan_Ave_Chicago_IL-2005-10-22_ROTATED

Di phablet in casa Apple ancora non se ne parla ufficialmente. Una colpa per l’azienda di Cupertino oppure un vanto? Ebbene: fino a qualche tempo fa il marchio Mela dettava la linea e gli altri la seguivano. iPhone era il modello da imitare, a partire dalle dimensioni. Steve Jobs aveva deciso di non andare oltre i 3,5 pollici e difficilmente qualcuno si sarebbe opposto.

Poi le cose sono cambiate… Samsung in particolare, infatti, ha iniziato ad introdurre display sempre più grandi arrivando, oggi, a proporre il Galaxy S5 da oltre 5 pollici ed il Galaxy Note 3 che sfiora i sei pollici. Un grande smartphone il primo, un phablet il secondo.

Apple, invece, a che punto è? Attualmente il display più grande dell’iPhone è il 4 pollici introdotto a partire dal modello 5. Stiamo parlando di uno schermo dalle dimensioni differenti, però, dai device Sasmsung giacché lo schermo è più sottile ed allungato rispetto ai modelli dell’azienda sud coreana.

Nessun phablet, dunque, pare sia presente dalle parti di Cupertino almeno per ora. Tutto sta, ora, nel capire se la situazione attuale sia un pregio oppure uno svantaggio per l’azienda di Tim Cook.

Stando alle indiscrezioni del web, il prossimo iPhone 6 dovrebbe essere venduto in due versioni: un primo modello da 4,7 pollici ed un modello più grande da 5,5 pollici. Se così fosse, dunque, l’iPhone 6 dalle dimensioni più grandi sarebbe il primo vero phablet della Apple anche se alcuni osservatori hanno ipotizzato che si possa trattare anche di un iPad Mini dalle dimensioni più ridotte rispetto al modello attuale.

Con buona probabilità a settembre potremo toccare con mano le novità made in Cupertino.

 

800px-Apple_Store_North_Michigan_Ave_Chicago_IL-2005-10-22_ROTATED