Steve Jobs? Un ragazzo fortunato: parola di LG

Steve_Jobs_Headshot_2010-CROP

I tempi cambiano e la Apple è sempre più nell’occhio del ciclone tant’è che anche Steve Jobs nelle ultime ore è stato oggetto di aspre critiche da parte della concorrenza. Il guru dell’azienda a marchio Mela fino ad ora difficilmente era stato messo sotto accusa: buona parte delle aziende rivali sono concordi nel pensare che il suo genio, la sua abilità nel mettere insieme gli spunti raccolti in giro e farne un prodotto di successo (si pensi alla visita alla Xero Park dove Steve vive la prima interfaccia grafica con puntatore), fossero impossibili da mettere in discussione.

Ebbene, i tentennamenti attuali della Apple e la perdita di terreno nei confronti di Samsung ed HTC hanno spinto anche altri gruppi ad alzare la voce fino a mettere in discussione proprio le qualità di Steve Jobs.

Nelle ultime ore, infatti, il capo design della LG – Kang-Heui Cha – ha definito il guru dell’azienda a marchio Mela un ragazzo fortunato e nulla di più. L’azienda coreana ha voluto, quindi, rivendicare la propria creatività bacchettando sia Samsung che Apple attualmente impegnate in una battaglia legale proprio sul design.

La LG ha voluto sottolineare che, infondo, l’iPhone ha copiato dal Prada Phone della LG prodotto già nel 2006 e dotato di interfaccia touch. La tesi del capo design della LG è che, infondo, al momento le scelte di stile e di hardware sono quasi obbligate e, dunque, non occorre per forza darsi battaglia in tribunale.

Toccare Steve Jobs vuol dire alzare il tiro e, del resto, la Apple deve essere pronta a combattere.

 

Steve_Jobs_Headshot_2010-CROP