UBS: iWatch costerà 300 dollari

Apple_Store_Yonkers,_NY_January_8,_2013

Ultime novità relative ad iWatch: a parlare è la società di investimenti UBS secondo la quale ci sono ampi margini di successo per lo smartwatch della Apple che dovrebbe arrivare entro il prossimo ottobre. In poche parole, l’azienda UBS ritiene che il device riuscirà ad essere prodotto in oltre 21 milioni di unità entro il 2015 e sarà venduto ad un prezzo di circa 300 dollari.

Per iWatch, insomma, si prevedono margini di successo simili all’iPad. Se, infatti, la previsione è di 21 milioni per il 2015, quella per il 2016 si assesta a ben 36 milioni di esemplari! Sarà, dunque, lo smartwatch a marchio Mela il device in grado di cambiare le sorti dell’azienda di Cupertino ed il prezzo di 300 dollari ne giustifica in particolar modo le grandi potenzialità hardware e software.

Questo un estratto delle dichiarazioni della UBS: <<Siamo più fiduciosi che Apple introdurrà l’iWatch prima della stagione delle vacanze dopo l’introduzione del WWDC di HealthKit, l’acquisizione di LuxVue Technology e i commenti positivi di Eddy Cue alla Re/Code Conference>>.

Se così fosse, nel 2015 la Apple arriverebbe a totalizzare oltre 6,5 miliardi di fatturato solo grazie ad iWatch e ben 11 miliardi nel 2016. Gli analisti di UBS concludono:

<<Ci aspettiamo che le vendite di iWatch seguiranno le vendite dell’iPad, con tassi di penetrazione simili che significherebbero un aumento delle vendite. iWatch potrebbe fare di meglio, perché la base di clienti è più grande rispetto a quando l’iPad è stato lanciato. D’altra parte, iWatch è il primo prodotto ad essere indossato, cosa che potrebbe non piacere a tutti gli utenti>>.

 

Apple_Store_Yonkers,_NY_January_8,_2013