WWDC 2014 fra casa, auto e benessere: la Apple del futuro

800px-Flags_Moscone_Center

La WWDC 2014 ha chiuso i battenti da meno di 24 ore: non abbiamo ammirato nessun nuovo device ma, per ciò che riguarda il software, le innovazioni ci sono state eccome.

L’azienda di Cupertino ha inteso partire da un punto chiave: dopo aver innovato prepotentemente l’hardware (a più di sei mesi di distanza soltanto iPhone 5S sfoggia un processore ARM a 64 Bit), è ora il momento del software.

La Apple, dunque, fin dal primo giorno di questa attesissima WWDC 2014 ha messo in chiaro quali sono le esigenze degli utenti da tutelare: Salute e benessere, domotica e perfetta integrazione fra device ed automobile

Proprio per questo le app del pacchetto Healt, l’HomeKit ed il già noto servizio CarPlay hanno trovato nella WWDC 2014 il terreno naturale nel quale prendere forma e svilupparsi al meglio. Da queste applicazioni, inoltre, prenderanno forma anche alcuni device del futuro.

Prendiamo, ad esempio, l’iWatch: ne sentiamo parlare da ormai un anno ma ancora non sappiamo quand’è che vedrà la luce; sappiamo, però, che il pacchetto Health sarà senz’altro fa i maggiori artefici del suo successo.

Lo stesso dicasi per tutte le applicazioni che riguardano la domotica: Apple ha voluto porre al centro della casa iPhone e, accanto ad esso, arriveranno tanti altri dispositivi fra cui l’attesissima iTV.

Insomma… la WWDC 2014 è stata un’occasione fondamentale per la Apple: sebbene le reazioni della Borsa non siano state eclatanti, l’azienda di Tim Cook ha intrapreso la strada che dovrebbe portarla di nuovo ad essere il marchio di maggior valore al mondo, proprio come era fino all’anno scorso.

 

800px-Flags_Moscone_Center