Apple: l’interfaccia del futuro leggerà i movimenti del corpo

La ricerca degli ingegneri della Apple non ne vuol sapere di tirare il freno a mano e, dunque, dalle ultime indiscrezioni comparse fra gli addetti ai lavori pare proprio che si stia studiando una nuova interfaccia grafica targata Mela: un’interfaccia che sappia essere dinamica e che sia in grado di recepire sia i comandi tradizionali che quelli gestuali forniti dall’utente.

Spulciando fra i brevetti depositati dalla Apple presso l’ U.S. Patent and Trademark Office, infatti, alcuni esperti del settore si sono accorti che il brevetto <<Computer User Interface System and Methods>> si occupa di descrivere proprio una nuova interfaccia grafica in grado di recepire diverse tipologie di input.

Il progetto in essere, però, non vuol sostituire in toto i vecchi sistemi di immissione comandi ma, piuttosto, integrarli con qualcosa di più innovativo ed interessante. Se, infatti, oggi per mandare input ai propri device è possibile servirsi di strumenti come tastiere, mouse e touch screen, l’idea della Apple è quella di rendere usuale anche l’utilizzo delle famose gestures.

Un sensore ad hoc, infatti, potrebbe riuscire a determinare in un sol colpo distanza, profondità e prossimità dell’utente ed, infine, potrebbe anche rilevare l’eventuale presenza in loco di una o più persone. Il progresso, dunque, ancora una volta passa dalle parti di Cupertino anche se non è detto che la Apple decida poi di sviluppare davvero tale brevetto.

Depositando il progetto, insomma, l’azienda a marchio Mela si è tutelata nel caso in cui dovesse decidere di approfondire il settore delle gestures abbinate ai device mobili.

 

macbook

Germana
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica