iWatch: tocca ad LG produrre gli schermi flessibili?

Nonostante non si sappia ancora se lo smartwatch a marchio Apple esista davvero, si continua a parlarne. L’iWatch continua ad essere uno degli argomenti più chiacchierati del mondo tecnologico e le notizie circa i suoi fornitori continuano a circolare. Questa volta si parla della LG Electronics, che secondo il portale sud coreano Naver sarebbe la principale indiziata per la produzione dei display flessibili destinati a questa device.

Come forse avrete già sentito, Apple potrebbe produrre ben due modelli di iWatch. Uno con uno schermo sensibilmente più piccolo, l’altro invece già più imponente. Potrebbe essere che quello con diagonale da 1,3 pollici possa essere destinato al pubblico femminile, con forme più eleganti e rifinite. Quello da 1,52 pollici, invece, sarebbe più sportivo e aggressivo. L’inizio della produzione sarebbe programmato per il mese di luglio, con un lancio sul mercato possibile già per il terzo trimestre dell’anno. Se questa indiscrezione dovesse rilevarsi veritiera, significherebbe che l’iWatch arriverebbe sul mercato proprio insieme alla prossima generazione di iPad e iPhone. Non si corre il rischio di levare luce a vicenda agli apparecchi della medesima casa di produzione?

Una cosa è certa: secondo molti il 2014 sarà davvero l’anno buono per vedere il primo dispositivo indossabile della storia di Apple. Mistero assoluto su prezzo e disponibilità, ovviamente, anche se bisogna considerare che la concorrenza si è mossa con discreto anticipo sulla Mela nella produzione di questo genere di accessori. Se Apple vorrà fare il “botto” sul mercato, dovrà per forza di cose produrre un iWatch eccezionale, con funzioni mai viste prima.

iWatch: tocca ad LG produrre gli schermi flessibili?

Germana
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica