Samsung: costretta da Apple a modificare il Galaxy tab

Samsung ha trovato la soluzione per la diatriba tra lei e Apple circa il Samsung Galaxy Tab 10.1. Bisogna semplicemente sostituirlo! Può sembrare paradossale, ma visto che la casa coreana si è vista dare torto praticamente dai tribunali di mezzo mondo, ha deciso di percorrere un’altra strada e di rilasciare il suo tablet con un aspetto leggermente diverso rispetto all’originale, così da non toccare più i brevetti di proprietà della società di Cupertino.

Questo consentirà alla Samsung di vendere il proprio prodotto in paesi come Germania, Australia e Olanda, dove i tribunali avevano giudicato troppo somigliante all’iPad il prodotto e quindi passibile di blocco della commercializzazione. In linea di massima, tra l’altro, il tribunale tedesco non aveva propriamente stabilito che Samsung avesse copiato direttamente l’iPad. Semplicemente la corte aveva fatto notare che il design del tablet californiano non è l’unico possibile, per cui non esisteva giustificazione alla estrema somiglianza tra i due prodotti. Questa sentenza aveva addirittura costretto Samsung a ritirare il prodotto dall’IFA 2011 di Berlino, che si è svolta lo scorso settembre.

Quello che uscirà, alla fine, si chiamerà Samsung Galaxy Tab 10.1 N e sarà assolutamente identico nelle specifiche tecniche al suo predecessore. Semplicemente cambierà leggermente il case protettivo e le casse acustiche verrano posizionate altrove. Adesso occorre aspettare che le appropriate sedi legali accettino questo cambio di design e lo reputino sufficiente per considerare i brevetti di Apple non più violati. Occorrerà aspettare un po’ di tempo, ma speriamo per Samsung che questa lunga diatriba, che di sicuro non fa bene alla sua immagine, sia finalmente terminata.

Germana
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica