Samsung stacca la spina: niente più schermi per Apple

Dopo anni di guerre in tribunale, Apple e Samsung sembra abbiano deciso di smettere di avere rapporti commerciali. Se, infatti, fin ora a tutti è sembrato assurdo che due arci nemici in tribunale, girato l’angolo facessero accordi di natura commerciale, d’ora in poi le cose potrebbero cambiare.

La Samsung, infatti, da anni è il principale fornitori di display della Apple. I tanto osannati schermi dei device a marchio Mela, dunque, provengono quasi tutti dalla Samsung. Nelle ultime ore il Korea Times ha diffuso una notizia in cui annuncia l’imminente dissoluzione del contratto fra le due aziende rivali: la motivazione ufficiale è che l’accordo ormai non è più in grado di generare ingenti profitti.

La Samsung, dunque, si ritiene impossibilitata a fornire gli schermi ad Apple applicando sconti significativi. Del resto, negli ultimi mesi la fornitura di schermi targati Samsung è stata appena di 3 milioni di unità e, a quanto pare, nel prossimo trimestre potrebbe calare a 1,5 milioni. Di questo passo, entro il 2013 la fornitura di display alla Apple da parte dell’azienda Sud-coreana potrebbe esaurirsi del tutto.

Secondo voci non confermate, la Samsung avrebbe messo nel mirino Amazon. L’intenzione sarebbe quella di fornire i display ai famosi Kindle Fire. La Apple, dal canto suo, potrebbe rivolgersi alla LG oppure alla Sharp.

Che dietro tutto ciò ci sia l’infinita diatriba legale che contrappone Apple a Samsung? Se così fosse, non ci sarebbe da meravigliarsi! Fin’ora ha prevalso il profitto: cosa accadrà, invece, quando la Apple dovrà adattare i suoi device a nuovi display e la Samsung non potrà più godere delle grandi quantità di ordinativi fatti dall’azienda di Cupertino?

 

Germana
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica