Spotify vs iTunes Radio: Apple perde ai punti

Non c’è dubbio: Spotify ha rovinato i piani della Apple sul breve periodo e tutto lascia pensare che anche sul lungo periodo le cose non andranno poi meglio. Sebbene già con iOS 7 la Apple ci ha presentato iTunes Radio, ad oggi il servizio di radio streaming dell’azienda di Cupertino ancora non è decollato in maniera universale mentre il sempre verde Spotify è riuscito molto velocemente a stringere accordi con le grandi aziende discografiche internazionali e, soprattutto, è riuscito a piacere a giovani e meno giovani.

Spotify, infatti, oltre a decretare il suo successo rispetto ad iTunes Radio, a lungo andare potrebbe anche pregiudicare le vendite di iPod.

Il concetto è molto semplice: grazie al web, e grazie alla versatilità di Spotify, è possibile ascoltare la propria musica preferita senza portarsi dietro nessun supporto. E’ tutto on line e Spotify consente ad ogni utente di organizzare i brani presenti in rete secondo i propri gusti e le proprie esigenze. Il tutto, non dimentichiamolo, gratis!

Quali sono, dunque, le reali intenzioni della Apple e cosa ne sarà di iTunes Radio? Beh… in primis occorre che dalle parti di Cupertino abbiano ben chiaro un concetto: è tardi, ed occorre corre ai ripari. In seconda analisi, occorre farlo senza costi per gli utenti.

Il web ha fatto si che gli introiti per le aziende del settore arrivino da altre fonti e, ovviamente, in questo caso ciò che va per la maggiore sono le inserzioni pubblicitarie. Al momento, dunque, Spotify vince decisamente ai punti il confronto con iTunes Radio.

Non è detta l’ultima parola, ma la Apple deve lavorare sodo!

 

 

Spotify

Germana
  • Scrittore e Blogger
Suggerisci una modifica